Guida alla cucina greca

Guida alla cucina greca

Per gustare la vera cucina greca, tenete conto di queste piccole accortezze quando vi trovate davanti all'insegna di una taverna: quelle più autentiche, sicuramente non hanno esposto cartelli colorati con menù turistici in varie lingue straniere. Una volta entrati, osservate la clientela: se è popolata da greci e i menù non sono in doppia lingua, siete nel posto giusto. Meglio ancora, se un menù non lo trovate affatto.

Noi di Grecia365 ti consigliamo di non perdere alcuni piatti della tradizione greca durante il tuo viaggio, da assaporare nella piccola tavernetta dalle sedie azzurre, (sì esatto, proprio quella là che ti stai immaginando), seduto con chi più ti sta a cuore, in attesa di un bicchierino colmo di ouzo.

Mezes o meglio mezedes (Μεζέδες)

Inconfondibili e irrinunciabili: i mezes sono un'apertura sontuosa del tuo pasto greco. Tanti piccoli piatti diversi, da condividere in attesa della portata principale, che sapranno solleticare il tuo appetito. Olive, saganaki (feta fritta), insalata o taramasalada, polpettine di carne, verdure, fagottini di pasta sfoglia ripieni, sardine, gamberi, accompagnati da diverse salsine come la mitica tzatziki a base di yoghurt greco, cetrioli e l'immancabile aglio. Da consumare rigorosamente con vino o ouzo. I sapori che vi cattureranno sono quelli delle erbe, come il timo, il rosmarino, l'aneto ma anche spezie come noce moscata, cannella e vaniglia

Olive e Olio d'Oliva (ελιά)

I greci coltivano olive da millenni, si racconta che addirittura sia stata la dea Atena a donare per prima un ulivo alla città di Atene. L'olio d'oliva arricchisce e insaporisce qualsiasi piatto della tradizione greca. A volte, basta un po' di pane caldo appena sfornato e un po' di olio per essere felici.

Dolmades (ντολμάδες)

Ogni regione della Grecia – in effetti, forse, ogni famiglia – ha la sua ricetta per i dolmades, sia che si tratti delle classiche di foglie di vite o di verdure scavate come pomodori, peperoni e zucchine, farcite e cotte nel forno. Il ripieno è composto da carne macinata con riso o altre versioni vantano riso aromatizzato al timo, aneto, finocchio e origano. Provale in ogni luogo in cui ti trovi e sarà come provarle per la prima volta!

Moussaka (μουσακάς)

Variazioni di sformato di moussaka si trovano in tutto il Mediterraneo e nei Balcani, ma l'iconica cottura al forno greca si basa su strati di melanzana saltata, agnello macinato con pomodoro, cipolla, aglio e spezie come la cannella e il peperoncino, su fondo di patate. Guarnisce il tutto, uno strato di besciamella e formaggio fuso a profusione.

Carne grigliata (ψητό κρέας)

I greci sono maestri indiscussi delle carni alla griglia e allo spiedo. I souvlaki, spiedini di maiale o agnello allo spiedo, sono ancora oggi lo street food preferito in Grecia. Meglio ancora se servito su pomodori e cipolle sminuzzate con pane pita. (Tzatziki in abbondanza, grazie!). Anche il Gyros è molto popolare e viene servito allo stesso modo. Le britzoles, le braciole di maiale (hoirines britzoles), di agnello (arnisies britzoles), o di vitello (mosharisies britzoles) sono molto comuni e super gustose. Nel continente, tra i piatti a base di agnello ci sono molte specialità allo spiedo come i kokoretsi, una specie di “polpettone” di fegato, animelle e interiora. (provateli, non ve ne pentirete!).

Pesce fresco (φρέσκο ψάρι)

Frutto della sua millenaria tradizione marittima, i piatti di pesce sono il meglio di quello che la cucina greca può offrire. Da provare i dentici e i pagri, anche semplicemente grigliati e conditi con il ladholmono (una salsa al limone e olio). I gustosi pesci più piccoli sono i barbouni (triglie) e i marida (bianchetti), ideali se fritti. Imperdibili anche i kalamaris (calamari), Gavros (acciuga), il Galeos (pesce spada) e Petrosolinas (frutti di mare tipici dell'isola di Evia). Lungo i porti, gli Htapodi (polipo) appesi ad asciugare come il bucato sono un'immagine iconica della Grecia. Il pesce, meglio se accompagnato da horta, erbette di campo di stagione bollite.

Feta e formaggi (φέτα)

Si dice che il formaggio in Grecia sia il più salutare del mondo. Chiedete ai banconi del mercato la feta, cremosa e deliziosa, tenuta in grandi barili in salamoia (niente di simile a quello che comprate in vaschette di plastica nei supermercati italiani). Nelle panetterie, troverete la tyropita (torta al formaggio), da assaporare nel sentiero che porta al mare.

Miele e Baklava (μέλι)

I greci amano i loro dolci. La baklava classica è l'unione sublime di miele, pasta fillo e arachidi. Oppure prova il galatoboureko, un dolce ripiena di crema pasticcera. Un dolce più semplice è il miele di timo locale su yogurt greco fresco e denso. É d'obbligo finire una cena greca con un sapore dolce, per accogliere felicemente la notte greca in arrivo.

Vini e Liquori (κρασί) (ούζο)

La bevanda degli dei per eccellenza (Dioniso, i'm speaking about you!): il vino. Immancabile sulle tavole greche in piccoli recipienti color mattone, allieta serate e favorisce la convivialità. Tra i vini più popolari, la Retsina, molto antico che deve il suo nome alla resina particolare che viene mescolata al vino. Viene solitamente spillata e servita direttamente dalle botti. Tra i tanti vini rinomati, spicca il Robola di Cefalonia, importato sull'isola da un antico vitigno friulano. L'ouzo merita una menzione particolare: dal sapore di anice viene consumato rigorosamente ghiacciato, a volte mescolato con succo di limone e arancia. Famoso nel mondo è anche il Metaxa, un brandy greco dal sapore dolce. Chiudono le grappette come lo Tsipouro o la Mastica.

Dovunque vi fermiate a mangiare, ci sarà sempre qualcuno che sarà fiero di ospitarvi con rispetto, porrà la miglior cura nel procurarsi gli ingredienti migliori e vi farà sentire come a casa. Forse anche meglio!