Cefalonia, Isole Ionie


17,3°C

cielo sereno

La regina dello Ionio

Cefalonia è la più grande delle Isole Ionie. Un panorama sublime di rocce e di verde che si tuffa nelle acque di un azzurro profondo, villaggi pittoreschi e piccole, deliziose cittadine con palazzi eleganti e case rurali, sovrastate dalle rovine di templi ed edifici di antiche città. L'isola è stata chiamata l'isola dei contrasti - romana, bizantina, veneziana - e disponde di un patrimonio di bellissime spiagge, famose in tutto il mondo. Tutta la bellezza della Grecia è concentrata nell'isola selvaggia e sorprendente di Cefalonia.

L'isola di Cefalonia è caratterizzata da un paesaggio lussureggiante e multiforme, dove spiccano aspre montagne, prati selvatici, rigogliosi vigneti e baie lambite da un mare cristallino: un vero e proprio paradiso naturale.

Alcune spiagge consigliate da Karlitalia
Le spiagge qui sono suggestive e ineguagliabili, molte ancora tutte da scoprire. Possono soddisfare anche il turista più esigente: sono sia attrezzate sia isolate e deserte, con piccole baie o vaste rive, con ciottoli bianchi, di sabbia dorata o rossiccia. Non potrete resistere ad una nuotata in queste acque azzurre e calme. Nella parte occidentale dell'isola, Myrtos Bay, classificata tra le dieci spiagge più belle del mondo con le sue acque limpide, la sabbia bianchissima e i ciottolini bianchi. 
Nella penisola di Paliki, Petani - per molti la rivale di Myrtos – è famosa per le taverne con specialità di pesce e XI per le sue meravigliose spiagge di sabbia rossa.
A sud, da non perdere è Kaminia Beach, con i suoi sette km di spiaggia selvaggia tra dune di sabbia e macchia mediterranea, oppure Skala Beach, con sabbia dorata e il paesino di Skala alle spalle. E ancora, le calette tra Skala e Poros, Kuroni con la fonte di acqua dolce che sbuca nel canneto e sabbia bianca e Sissia sotto il monastero, di cinque km di strada bianca percorribili con un 4x4.
Nella parte nord-orientale vi aspetta Antisamos, splendida baia con vegetazione lussureggiante fino a pochi metri dal mare.
Moltissime però sono ancora le spiagge senza nome ma altrettanto belle di cui innamorarsi.


Cosa vedere e cosa fare: i nostri suggerimenti

Visitare il lago sotterraneo di Melissáni, un luogo tanto affascinante quanto misterioso. Ammirare le grotte di stalattiti e stalagmiti di Drogaráti vecchie di 150 milioni di anni (vicino Sami). Esplorare il monte Énos a circa 1700 metri sul livello del mare: una strada bianca ne percorre il crinale per 30 km con panorami incredibili sulla foresta di abete nero - specie unica al mondo - qui protetta grazie all'istituzione del Parco Nazionale. Il Parco preserva anche la ricca fauna e flora locale con 1014 differenti tipi di piante, i cavalli selvaggi di razza Enu, falchi, aquile dorate, aquile reali, capre selvatiche di montagna, mufloni e per la fauna marina lungo le coste i delfini, le foche Monache e le tartarughe Caretta Caretta. Innamorarsi di paesini come Fískardo con le sue case originali del 1700; Ássos con la sua baia e il castello veneziano; Lixouri detta la "piccola Parigi"; Skala con le sue spiagge infinite e i preziosi mosaici della villa romana; Poros e le sue gole che dalle montagne scendono fino al mare; Sámi con il porto, il castello e la spiaggia di Antisami; Aghia Eufemia con l’approdo per barche a vela da tutto il mondo; Arghigna e Markopoulo con il particolare fenomeno di innocui serpenti che spuntano ogni anno nella settimana di ferragosto. Visitare il monastero di S. Gerasimos, il patrono dell'isola, nella piana di Omala. Passeggiare per Argostóli - l’elegante capoluogo dell'isola - con i musei, il ponte inglese, il teatro, la laguna, il porto, il grande mercato di frutta e verdura. Per non dimenticare, visitare il monumento dedicato ai 10.000 soldati italiani alpini della divisione Acqui, trucidati dai tedeschi nella II°guerra mondiale proprio ad Argostoli. Per gli appassionati di immersioni subacquee a Agia Efimia si trova un diving club.
Infine, se tutto questo non vi basta e il richiamo si facesse irresistibile, imperdibili è una visita alla mitica, leggendaria e bellissima Itaca, patria di Ulisse, raggiungibile in soli 15 minuti di traghetto.


Dove si trova e come raggiungere Cefalonia

Dove si trova: Cefalonia (in greco Kefalloniá) si trova ad ovest della Grecia continentale.

Quanto è grande: È l'isola maggiore delle isole Ionie, con una superficie di circa 800 Kmq.

In aereo:
- Voli Charter da Rimini e Roma per Cefalonia oppure da Bologna per Zante e poi traghetto Zante - Cefalonia durata circa 1 ora.
- Voli Low Cost ogni Mercoledì e Sabato da Milano Malpensa (Easy Jet), da Bergamo e Pisa ogni Lunedì e Venerdì (Ryanair).
- Voli di linea da Roma, Milano, Bologna e Venezia per Atene e poi volo interno per Cefalonia.

In nave:
Durante tutto l’anno Cefalonia è raggiungibile via nave da Ancona, Bari e Brindisi via Patrasso-Killini, con un’ora circa di traghettata. (In alta stagione nave diretta su Cefalonia da Brindisi).
Una volta a Patrasso girare a destra e seguire la superstrada New National Road in direzione Pyrgos e dopo circa 55 km prendere l'uscita a destra per Killini - Ferry boat e dopo 7 km arrivare a Killini, porto d'imbarco per le isole.
A Killini prendere il traghetto per Cefalonia Poros, oppure in alternativa Argostoli.
Se si arriva a Poros, appena scesi dal traghetto, girare a sinistra e seguire la strada che costeggia il mare (alla vostra sinistra) seguendo le indicazioni per Skala. Se si arriva da Argostoli o da Sami, seguire le indicazioni per Skala (40 km circa).


Maggiori informazioni, consigli utili e curiosità nei documenti di viaggio che saranno inviati prima della partenza.