10 attività outdoor per scoprire la bellezza naturale della Grecia

10 attività outdoor per scoprire la bellezza naturale della Grecia

Montagne, grotte, laghi, fiumi, piccole catene di isole e gole aspettano gli intrepidi esploratori per esperienze indimenticabili! Ecco alcune delle migliori attività all'aperto da provare se vuoi vedere la bellezza selvaggia della Grecia svelarsi davanti ai tuoi occhi!

1. HIKING ALLA GOLA DI SAMARIA A CRETA

Con una lunghezza di 15 chilometri dall'altopiano di Omalos nelle White Mountains al Mar Libico, la gola di Samaria è uno dei paesaggi naturali più conosciuti e impressionanti della Grecia.

Si trova nella regione di Hania e attraversarlo porta il visitatore attraverso la natura ricca e selvaggia del Parco Nazionale delle Montagne Bianche, passando per cipressi e ulivi, foreste di pini e innumerevoli sorgenti. Siti storici, cappelle e borghi abbandonati creano un mosaico di paesaggi contrastanti.

Il percorso fa parte della rete europea di sentieri E4. Partendo da Xyloskalo e dirigendosi verso Aghia Roumeli, il sentiero attraverso la gola è tutto in discesa e facilmente percorribile, attraversando il fiume su piccoli ponti di legno. La gola è larga 140 metri e si restringe a tre metri nel luogo noto come Portes (o Sideroportes). La vista delle svettanti pareti rocciose che fiancheggiano il sentiero è davvero indimenticabile.

2. SALITA SUL MONTE OLIMPO, LA MONTAGNA DEGLI DEI

Il monte Olimpo, la montagna più alta della Grecia, è conosciuto in tutto il mondo come luogo venerato dagli antichi greci. È una montagna primordiale e imponente, alta quasi 3.000 metri, e un luogo che ne custodisce da vicino i segreti.

Paradiso terrestre al confine tra le regioni della Macedonia e della Tessaglia, da millenni attira la curiosità umana e stimola l'immaginazione. La sua mole, la sua forma e le sue alte vette avvolte dalle nuvole ispirarono timore reverenziale e venerazione nelle popolazioni preistoriche che si stabilirono per la prima volta ai suoi piedi. Crearono le leggende che avrebbero poi generato gli dei degli antichi greci.

Oggi la montagna attrae alpinisti da tutto il mondo. Ripide vette rocciose, profonde gole, torrenti impetuosi, prati alpini e fitte foreste costituiscono un raro mosaico di paesaggi di straordinaria bellezza. Per molti rimane remoto e misterioso, sfidando il visitatore a sperimentare come sono nate le leggende, senza dimenticare che, sull'Olimpo, gli esseri umani possono ottenere solo ciò che gli dei permettono.

3. ESCURSIONE ATTRAVERSO LE FORESTE DI RODOPI

La catena montuosa dei Rodopi prende il nome dalla mitica Rodope, regina di Tracia che, insieme al marito Haemus, fece arrabbiare Zeus con la sua arroganza e fu punita con la trasformazione in montagne.

Lontano dalla grande città più vicina, le montagne offrono ai visitatori l'opportunità di vagare attraverso paesaggi vergini con fitti boschi di conifere, vegetazione diversificata e numerose cascate. Alla fine delle giornate nella natura, vi aspettano accoglienti rifugi, remoti paesini di montagna e tradizionali locande.

Gli amanti della natura apprezzeranno particolarmente l'esplorazione della valle del fiume Nestos nella Tracia occidentale, che comprende anche la foresta lungo il fiume conosciuta come Megalo Dasos (la "grande foresta"). Qui troveranno uno splendido sentiero, parte del programma "Sentieri della cultura"*, un'iniziativa per mettere in luce il patrimonio culturale e le bellezze naturali della zona incoraggiando i visitatori a viaggiare attraverso i suoi meravigliosi paesaggi.

*Il programma "Sentieri della cultura" arricchisce l'esperienza dei visitatori, sostenendo l'economia locale e sensibilizzando le comunità locali sul valore culturale e turistico del loro territorio e sulla necessità di tutelarne il capitale naturale.

4. FATE RAFTING SUL FIUME ARACHTHOS

Un'esperienza unica attende coloro che intraprendono i corsi d'acqua del ricco ambiente naturale dell'Epiro, con le sue imponenti gole e profondi canyon, montagne orgogliose e foreste verdi.

Il fiume Arachthos è uno dei fiumi più belli della Grecia e ideale per il rafting, poiché combina rapide emozionanti con sezioni più calme. Mentre viaggi con la corrente, attraverserai la selvaggia e imponente gola di Arachthos e ti fermerai per vedere la cascata di Glafki.

Il fiume presenta anche due dei ponti in pietra più famosi della Grecia: quello di Arta e quello di Plaka. Il rafting lungo il fiume è un modo esaltante per il visitatore di ammirare alcuni dei monumenti e la rara bellezza di questa parte del paese.

5. GO ROCK! ARRAMPICATA SUI PILASTRI NATURALI DI METEORA

Le formazioni rocciose di Meteora nel cuore della Grecia continentale sono un miracolo della natura. Molti sono anche sormontati da monasteri medievali che testimoniano una profonda spiritualità e il potere della volontà umana in un paesaggio unico e sorprendente.

Arrivando qui, hai due opzioni: puoi unirti ai bus carichi di pellegrini e turisti e visitare i monasteri e le formazioni geologiche attraverso lunghe rampe di scale e sentieri ufficiali, oppure puoi indossare le scarpe da arrampicata e tirarti su la parete rocciosa, esplorare il mondo verticale e godersi la vista di questo sito patrimonio mondiale dell'UNESCO dall'alto.

Quest'ultima è un'esperienza adrenalinica, con innumerevoli vie di arrampicata che ti faranno apprezzare l'impegno dei monaci che arrivarono qui 15 secoli fa per stabilire la vita monastica sulle ripide rocce di Meteora, facendo delle grotte naturali i loro eremi.

6. KAYAKING A LICHADONISSIA

Un viaggio in kayak nei "Caraibi della Grecia" non è un'esperienza che dimenticherai presto. Questo gruppo di isole densamente boscose appena al largo della costa settentrionale dell'Evia è un luogo esotico, un paradiso di acque azzurre e sabbia bianca. Un viaggio qui può includere una visita a un relitto poco profondo, che può essere apprezzato senza attrezzatura subacquea.

Un'altra piacevole sorpresa è la colonia di foche che vive su queste piccole isole, offrendo spettacolari opportunità fotografiche. Nelle vicinanze si trova l'isola di Strongyli, caratterizzata da un faro costruito sulle rovine di un monastero dell'XI secolo.

I Lichadonissia prendono il nome dal servo e messaggero di Ercole Lichas. Secondo la leggenda, la moglie di Ercole Deianira, sospettando che il marito le fosse infedele con Iole, mandò dal marito la serva Lica portando in dono un mantello avvelenato. Quando il veleno lo bruciò, Ercole infuriato prese e gettò Lica in mare, dove Poseidone trasformò il suo povero corpo senza vita nelle isole.

7. ESPLORA LE GROTTE DEL MONTE PARNASSOS

Sul versante nord-occidentale del monte Parnasso, ad un'altitudine di circa 900 metri, si trova il villaggio poco conosciuto di Vargiani. È un bellissimo borgo con case in pietra e acqua fresca della sorgente di Bourboula, lontano dai ritrovi cosmopoliti di questa famosa montagna.

Sul pendio che domina il villaggio, nascosta in una fitta foresta di abeti rossi, si trova una bellissima e pressoché sconosciuta grotta conosciuta localmente come Neraïdospilia, dove si credeva vivessero le fate della montagna. Un sentiero conduce dal villaggio all'imboccatura della grotta, offrendo splendide viste sulla zona circostante.

L'interno della grotta, che presenta un susseguirsi di laghetti e stalattiti e stalagmiti che formano sculture naturali, ti affascinerà.

8. FARE HORSE TREKKING SUL FIUME ACHERON

Tra i Monti Souli, a un'altitudine di 1600 metri e a una distanza di due chilometri dal villaggio di Glyki, si trovano le sorgenti del fiume Acheron. Per gli antichi greci, questo fiume costituiva il mitico ingresso agli inferi e il luogo dell'ultimo viaggio per le anime dei defunti.

Partendo un po' sopra Glyki e i suoi platani secolari, il fiume crea paesaggi di incredibile calma e bellezza. Le vivaci acque cristalline scorrono attraverso canyon con pareti rocciose vertiginose, creando piscine e laghetti nella roccia calcarea bianca mentre il fiume prosegue il suo viaggio verso il mare fiancheggiato dai pendii ricoperti di felci delle ripide sponde.

Uno dei modi migliori per scoprire la maestosità di questo paesaggio è seguire i sentieri utilizzati dagli abitanti di Souli durante il dominio ottomano. Il percorso comprende alcuni veri gioielli come il ponte di Dala, il villaggio di Samoniva sull'altopiano di Souli, le "sorgenti cantanti" nella grotta di Drakos e le "Porte dell'Ade" - dove il fiume si restringe tra alte rocce.

9. CYCLING INTORNO AL LAGO KERKINI

Nell'angolo nord-occidentale del distretto di Serres si trova il lago artificiale di Kerkini, creato nel 1932 arginatura del fiume Strymonas.

Dalla sua creazione, il lago di Kerkini si è sviluppato in un importante habitat delle zone umide con una ricca biodiversità: tra le altre cose, ospita la più grande popolazione di bufali d'acqua in Grecia.

La mountain bike è il modo migliore per apprezzare il territorio circostante. Ci sono facili sentieri intorno al lago e i visitatori possono pedalare lungo gli allevamenti di bufali d'acqua, la foresta sul lago e oltre, a sud fino alle montagne di Kroussia o ad est fino alle piste ciclabili di Sidirokastro, all'ombra dei Monti Belles sul greco -Confine bulgaro.

10. RACCOLTA GUIDATA DEI FUNGHI SU MAINALO

Il Monte Mainalo, ricco di boschi in Arcadia, offre un habitat ideale per i funghi selvatici ed è molto popolare tra i cacciatori di funghi. In primavera, dopo una forte pioggia, i primi funghi compaiono intorno ai tronchi degli alberi e presto i visitatori in tour organizzati si presentano per raccoglierli.

Portando cesti di vimini, e sempre seguendo le indicazioni di una guida esperta, raccolgono con cura i tesori commestibili. Poi possono degustare la loro raccolta, assaporando piatti a base di funghi cucinati all'aperto vicino a sorgenti naturali e accompagnati da prelibatezze locali e vino.

Testo originale su greeceis.com