Kala Christougenna! Natale in Grecia

Kala Christougenna! Natale in Grecia

Il Natale e le feste natalizie sono un periodo molto sentito anche in Grecia. Molte le tradizioni, i piatti tipici e le usanze. Scopriamole insieme!

Alla Vigilia di Natale, i ragazzi si ritrovano nelle strade a cantare le kalanda (canti), suonando tamburi e triangoli. A volte portano in dono anche piccoli velieri di legno decorati, per ricevere in cambio dolcetti. Portare in dono un modellino di barca, è un'usanza molto antica nelle isole greche: le piccole navi venivano messe al riparo nelle case quando i marinai tornavano dai loro viaggi per il riposo invernale, quando tutta la famiglia finalmente si riuniva. Il legame con il mare è molto forte e lo si ricorda anche in questa occasione: in tutte le grandi città non viene infatti addobbato un albero, ma una piccola barca nella piazza principale (Karakavi) Se vi trovate ad Atene o Salonicco, recatevi a Syntagma o Aristotele Square per ammirare questi addobbi... "alla greca"!


Nelle case, invece, una delle decorazioni più antiche e tradizionali è una semplice ciotola di legno poco profonda con un filo sospeso sul bordo. Un rametto di basilico viene avvolto intorno a una croce di legno e lasciato pendere dal filo, con un po' d'acqua per mantenerlo vivo e fresco. Si pensa sia utile per tenere lontani i kallikantzaroi, gli spiriti maligni. Anche bruciare vecchie scarpe si ritenga sia un ottimo modo per spaventare questi kallikantzaroi e per avere fortuna nel nuovo anno. 


Il pasto principale di Natale è spesso a base di carne di agnello o di maiale, arrostita in forno o sullo spiedo. Viene spesso servito con una torta di spinaci e formaggio e varie insalate e verdure. Tra i dolci e di Capodanno, ricordiamo la Baklava (una pasta dolce fatta di pasta sfoglia ripiena di noci tritate e addolcita con sciroppo o miele), la Kataifi (una pasta fatta con una speciale forma di pasta filo tritata e aromatizzata con noci e cannella) e la Theeples (una specie di pasta fritta). Un altro popolare dolce natalizio sono i melomakarono, biscotti preparati con un impasto di farina, olio d'oliva e miele e decorato con noci tritate.


Una decorazione da tavola tradizionale è una pagnotta di Christopsomo (pane di Cristo o pane natalizio). È un pane dolce rotondo aromatizzato con cannella, arancia e chiodi di garofano. La parte superiore è decorata con una croce. Il pane viene preparato la Vigilia di Natale pronto per essere consumato il giorno di Natale.


I regali vengono tradizionalmente portati ai bambini da Aghios Vassilis "San Basilio", il 1 Gennaio.


Molto sentita anche l’Epifania il 6 gennaio. La Chiesa greco-ortodossa celebra in questo giorno il battesimo di Gesù da adulto. È anche conosciuto come Theofania, "La benedizione delle acque". Moltissimi giovani in tutto il paese si tuffano in mare, in laghi e fiumi gelidi per essere i primi a ricevere una croce benedetta da un prete e gettata in acqua. Chiunque prenda la croce per primo è destinato ad avere fortuna nell’anno nuovo e riceverà una benedizione speciale. I festival dell'Epifania includono anche benedizioni di barche e navi, musica, ballo e, ovviamene, molto cibo
 

Chronia Polla (Tanti auguri) e Kala Christougenna (Buona Natale) a tutti!