Una vacanza nella Grecia autentica non è solo un viaggio all’insegna di spiagge da sogno, architetture antiche, divertimento fino all’alba.

In fondo al mare, tra i pesci variopinti, ci sono tantissimi tesori da scoprire riservati agli appassionati di diving, da quelli che si sono approcciati da poco a questo mondo e che sono ancora agli inizi, ai subacquei provetti.

Se anche voi siete amanti delle immersioni e non vedete l’ora di indossare le pinne, ecco i migliori posti della Grecia dove potrete praticare questo genere di attività.

A Cefalonia per vedere i pesci napoleone nuotare intorno ad un sottomarino

Per voi che trascorrerete il vostro soggiorno a Cefalonia, al largo delle coste dell’isola è nascosto l’HMS Perseus, un sottomarino affondato nel 1941 dopo essere scampato ad una mina tedesca. La torre di comando del sottomarino è il luogo ideale per apprezzare i pesci napoleone e per vedere un certo numero di spigole e cernie.

Tra le grotte sommerse di Zante

L’isola di Zante, con le sue spiagge, è un vero e proprio paradiso di immersioni, soprattutto per chi ama nuotare in grotte e caverne. Queste zone, oltre ad una vegetazione marina rigogliosa, ospitano diverse specie acquatiche, tra cui: polpi, gamberi, murene, aragoste e le rinomate tartarughe Caretta Caretta. I reef più interessanti? Eccoli:

  • grotta Blu e grotte di Keri: una combinazione di grotte vicine situate a 12 metri di profondità. La prima è molto grande in apertura (si può nuotare vicini anche in tre o quattro), mentre le seconde hanno origine sulfurea. La particolarità delle grotte di Keri si nota subito: fondo trasparente e cristallino, acqua in superficie bianco latte per via dello zolfo.
  • il Polpo: il reef perfetto per i sub alle prime armi e per quelli esperti. Divertitevi ad immortalare i pesci variopinti che troverete in profondità e aguzzate la vista per trovare polpi, aragoste e cicale.
  • il Barrakuda: è la zona sottomarina nelle vicinanze della "secca delle murene". Oltre alle varie aperture sulle rocce, tra una nuotata e l’altra potreste imbattervi in murene, qualche barracuda e grosse cernie.

Tuffarsi nel mare blu di Creta

Creta offre diversi siti per le immersioni: complici l’acqua trasparente e le temperature miti, questo è davvero un bel posto dove fare sub.

Tra i reef di maggior rilievo spiccano: il Relitto di Messerschmitt, dove ammirare quel che resta di un aeroplano da combattimento, El Greco Cave dove fotografare gamberetti, Daedalos per chi è alle prime immersioni.

Nuotare a Mykonos in compagnia delle foche monache

Nell’immaginario collettivo Mykonos è l’icona del divertimento, della vita notturna e mondana: in realtà questa meta ha anche molto da offrire agli appassionati di sub. La zona più spettacolare è al largo delle acque di Dragonisi, che fa parte di una riserva protetta, e che ospita diverse foche monache che potrete fotografare.

Atene + Kea

Se avete deciso di visitare Atene e volete diversificare un po’ dal classico itinerario culturale, sappiate che ad appena un’ora di macchina dalla capitale greca c’è il porto di Lavrio, le cui navi vi porteranno dritti dritti sull’isola di Kea.

Da qui partono delle immersioni guidate per scoprire il relitto del Britannic, affondata durante la Prima Guerra mondiale per via di una mina dei tedeschi. Una curiosità: il Britannic era il più grande delle tre navi passeggeri realizzate a Belfast, assieme al Titanic e all’Olympic.

Se invece preferite ammirare la vegetazione subacquea della zona, provate il reef di Koundouros.

Il periodo migliore per le immersioni in Grecia

In Grecia è possibile fare immersioni 12 mesi all’anno, anche se vi consigliamo di evitare la stagione invernale per via delle basse temperature.

Da giugno a settembre il clima è quello più adatto: se volete fare immersioni in alta stagione, considerate di prenotare con anticipo, per essere sicuri che i centri diving non siano sold out.

Una vacanza in Grecia all’insegna delle immersioni

Se anche voi non vedete l’ora di immergervi con le vostre pinne in luoghi magici e senza spostarvi troppo da casa, la Grecia è di certo la meta ideale. Una destinazione tutta da esplorare, dove tuffarsi nel blu per andare a caccia di tesori nascosti.